Che cosa significa qualità di vita?

Nina Eiber, Esin Ezer e Mona Blum

Redattrici di viva

Durante l’infanzia, potrebbe voler dire correre nei campi, giocare con gli amici o costruire un pupazzo con la prima neve della stagione. Liberi e spensierati.

Con il passare degli anni, il concetto di qualità di vita cambia: la priorità non è più data ai pomeriggi liberi in mezzo alla natura, bensì a cose come un reddito garantito, una casa accogliente, un lavoro interessante o un sonno sano.

image
image
image

Le redattrici di viva, quando facevano ancora i pupazzi di neve Nina Eiber, Esin Ezer e Mona Blum.

A prescindere dalla vostra interpretazione personale del concetto di qualità di vita, una cosa è certa: la vita non può essere pianificata, e raramente segue una linea retta. È un continuo dover affrontare le novità, cambiare direzione e persino obiettivo! Lungo questo cammino talvolta tortuoso, un’assicurazione può essere una compagna di viaggio confortante.

Come definiscono la qualità di vita i personaggi celebri da noi intervistati e dove li ha portati finora la vita? Lo scoprirete tra le pagine di questa rivista.

A proposito: anche a 25 o 75 anni, nulla vi impedisce di costruire un pupazzo di neve! Oppure di rovistare tra le vecchie fotografie per ripercorrere il «cammin di vostra vita.» Come giudichereste il vostro percorso: piuttosto lineare o curvilineo?

viva. vivere.